Robotica per aziende: fino al 10% del fatturato interno a soluzioni di robotica

Dopo oltre un anno dalla diffusione della pandemia globale di Covid-19 è possibile misurare quanto la tecnologia abbia cambiato i comportamenti e le abitudini di persone ed aziende, dando vita a scenari che fino a qualche anno fa si pensava fossero ancora lontani.

Esperti e sociologi sono pronti ad affermare che nell’ultimo anno e mezzo si siano condensati 10 anni di trasformazioni digitali. La tecnologia è stata iper-utilizzata trasformandosi in un’ancora di salvezza a sostegno della salute e della sicurezza, favorendo nuovi modi di lavorare, di incontrarsi e di interagire senza contatto fisico.

In questo contesto le aziende e le organizzazioni che hanno saputo cavalcare l’onda delle innovazioni e della sperimentazione nella robotica hanno accelerato il proprio business, fronteggiando le difficoltà economiche e sociali, sopravvivendo alla crisi.

Il settore della robotica collaborativa

Dai dati emersi dall’ Osservatorio Mecspe sul I trimestre 2021, le tecnologie sulle quali le aziende hanno investito maggiormente sarebbero: sicurezza informatica (22%) e robotica collaborativa (19%); a seguire: produzione additiva (17%) internet of things (16%), cloud computing (13%), simulazione e intelligenza artificiale (10%), Big data al 9% e realtà aumentata/virtuale e materiali intelligenti all’8%.

Secondo gli studi, a livello globale la robotica collaborativa sta attraversando un periodo di crescita sostenuta che continuerà fino al 2028. Ma cosa ha portato le aziende ad interessarsi così tanto al mondo della robotica?

Fattori come la carenza di personale, il distanziamento sociale e il bisogno sempre pressante di efficienza e velocità ha portato le industrie di tutto il mondo a riconoscere il valore della robotica. Parlando nello specifico della robotica collaborativa, i cosiddetti “co-bot” possiedono potenzialità e vantaggi competitivi non trascurabili, tra i quali la versatilità, le facilità d’utilizzo e la flessibilità.

I co-bot inoltre possono essere utilizzati nei settori più disparati, anche al di fuori della produzione. Alcuni esempi? La logistica, l’istruzione e l’area dei servizi alla persona. Questa loro caratteristica fa sì che i co-bot abbiano un potenziale di crescita molto più alto rispetto ai tipi di robot.

→ Approfondisci il contributo della robotica ai servizi alla persona leggendo il nostro articolo https://robot.omitech.it/social-distancing-robot-la-robotica-sociale-al-tempo-del-distanziamento-fisico/
→ Oppure scopri la storia e le applicazioni dei Robot Collaborativi qui
https://robot.omitech.it/cobot-storia-applicazioni-robot-collaborativi/

Omitech porta la robotica nella tua azienda

Dal 2017 Omitech rappresenta una delle realtà italiane che per prime ha sperimentato soluzioni di robotica sociale e collaborativa con l’intento di aiutare le aziende nello sviluppo di nuove opportunità di business.

La collaborazione tra Omitech ed organizzazioni di ricerca, pubbliche e private, rappresenta un valore aggiunto che consente di definire e testare la distribuzione di robot specifici per diverse esigenze.

Contatta Omitech per maggiori informazioni o per richiedere una soluzione personalizzata.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Potrebbe anche piacerti