Robotica per Covid-19: Omitech scende in campo

Robotica per Covid-19: come può questa scienza essere utile nel contenimento del Coronavirus?

L’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di Covid-19 non è ancora terminata: anche se giungono buone notizie sul fronte dei vaccini, la battaglia combattuta negli ospedali è tutt’oggi in atto e noi tutti cittadini siamo ancora chiamati al rispetto di tutte le normative per il contenimento del Coronavirus (a questo link puoi trovare tutte le misure adottate dal Governo fin dall’inizio della pandemia).

Omitech, azienda presente da un ventennio sul mercato IT e, da qualche anno, attiva anche in ambito robotico, è scesa in campo fin da subito con delle soluzioni per aziende e strutture pubbliche utili a fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Robotica per Covid-19: i robot in corsia

Durante la prima ondata di Covid-19, Omitech ha scelto di scendere in campo per dare supporto alla battaglia sanitaria in corso. Sei esemplari di Sanbot Elf sono stati inviati all’ospedale di Circolo e Fondazione Macchi della ASST Sette Laghi, a Varese, con la missione di affiancare il personale ospedaliero.
I nostri robottini erano pronti per accogliere i visitatori all’ingresso della mostra “Robot, The Human Project”, allestita al MUDEC di Milano e in procinto di essere inaugurata, quando l’emergenza sanitaria di marzo ha fermato (quasi) l’intero Paese: quasi, perché nelle corsie ospedaliere, al contrario, è accelerato tutto.
Proprio per aiutare il personale ospedaliero, Sanbot Elf ha cambiato missione: il nostro team di sviluppo ha velocemente riprogrammato i robottini, i quali sono stati inviati in prima linea per aiutare medici ed infermieri.
I compiti dei robot spaziavano dal monitoraggio dei parametri dei pazienti (come la frequenza cardiaca e respiratoria) all’interazione con i degenti: grazie alle componenti audio integrate, infatti, il personale era in grado di interagire con i pazienti, i quali potevano rispondere, se privi di casco di ventilazione assistita. Questa strategia ha permesso di ridurre gli ingressi nelle stanze del personale sanitario, alleggerendo il carico di lavoro e diminuendo l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Scopri di più sui robot in corsia di Omitech!

Robotica per Covid-19: i Termoscanner

Nel contesto attuale, le aziende sono chiamate a far rispettare le norme per il contenimento del Covid-19; una delle norme più importanti è l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre, oltre i 37,5°C. Diventa quindi uno strumento chiave il Termoscanner, un dispositivo di screening ad infrarossi che consente di rilevare a distanza la temperatura.
La tecnologia alla base del termoscanner non è una novità, anzi, è da tempo utilizzata nel campo edilizio (per rilevare lo stato di degrado degli edifici), militare (per consentire la visione notturna) e in ambito medico (per la diagnosi del tumore al seno, attraverso la angiotermografia dinamica).
Il principio su cui si basa il termoscanner è la radiazione termica: maggiore è l’intensità della radiazione rilevata, maggiore è la temperatura.
La soluzione Termoscanner offerta da Omitech rappresenta una soluzione affidabile ed efficace per uffici e per grandi spazi pubblici, come stazioni, supermercati ed ospedali, grazie alla capacità di riconoscimento di 50 persone al minuto.
Il nostro Termoscanner è in grado di identificare anche la temperatura di persone che indossano occhiali e mascherine, non necessita di personale dedicato (emette, infatti, un segnale acustico in base alla temperatura rilevata) ed è di dimensioni ridotte, oltre ad essere semplice da installare. Scopri di più sul Termoscanner Omitech!

Contatta Omitech per una soluzione personalizzata di robotica per il Covid-19 e scopri di più sulla nostra azienda!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Potrebbe anche piacerti